Come aprire un Parco Avventura

L’apertura di un Parco Avventura è per noi il risultato di un complesso iter tecnico-organizzativo che ci vede impegnati con i nostri Progettisti, Arboricoltori, Ingegneri e Installatori specializzati nel lavoro in sospensione.

Il nostro primo consiglio, per chi intende investire in un Parco Avventura è quello di analizzare con molta attenzione alcuni fattori chiave in grado di condizionare sensibilmente la redditività del vostro impianto.

Gli elementi da considerare prima di decidere di investire in un Parco Avventura sono:

  1. L’idoneità dell’area (vedi più sotto)
  2. Il proprio budget finanziario
  3. La vicinanza di bacini d’utenza significativi
  4. L’accesso alla zona del Parco da una strada di importanza almeno Provinciale
  5. Il target d’età della propria clientela e la durata (stima) della stagionalità

La decisione di avviare un’attività di Parco Avventura, come tutte le attività imprenditoriali, deve prevedere investimenti e spese gestionali, prima ancora di quantificare i possibili incassi. Rendere profittevole la propria impresa, in questo contesto, significa confrontarsi con alcuni aspetti cruciali:

  1. investimento iniziale, in funzione del proprio budget di spesa
  2. gestione di un Team minimo di 3/6 Istruttori
  3. investimento in comunicazione
  4. spese annuali di manutenzione, rinnovo del collaudo e certificazione

Tra i nostri servizi è prevista anche la consulenza sulla scelta dell’area più idonea e della tipologia d’impianto adeguato alle vostre esigenze finanziarie e di pubblico. Ecco i requisiti che consideriamo fondamentali:

REQUISITI MINIMI AREA

  • Terreno con poco declivio
  • Piante ad alto fusto (meglio conifere) di almeno 40 cm di diametro
  • Numero di piante: minimo 30
  • Area parcheggio auto
  • Possibilità di posizionamento Chalet in legno (Reception) e toilette
  • Assenza di vincoli idrogeologici e archeologici

NOTA
In mancanza di piante idonee è possibile installare un impianto“in artificiale” posizionando pali in legno nel terreno come in questo esempio ».

Quali sono i passi necessari per ottenere un preventivo di massima?

1) Verificare i requisiti minimi dell’area (vedi sopra)
2) Accertare le caratteristiche dell’area:
– inviando via email foto panoramiche e soggettive del bosco (max 500 kb ognuna)
– compilando e inviandoci via fax la Scheda Tecnica Preliminare (STP)
3) Concordare un nostro Sopralluogo Tecnico dell’area

Con le informazioni acquisite con la Scheda, con le foto e in occasione del Sopralluogo Tecnico saremo in grado di proporre la nostra miglior soluzione in termini di Percorsi e tipologia di Passaggi, con il nostro preventivo di massima.

Segui il link qui sotto: potrai scaricare la nostra Scheda Tecnica Preliminare (STP) che, senza impegno, ti guiderà a raccogliere tutte le informazioni necessarie per fare una prima valutazione di massima sulla tua idea di Parco Avventura.

SCARICA LA SCHEDA TECNICA PRELIMINARE (STP) »
(insieme alla nostra Brochure completa della Guida per aprire un Parco Avventura)

Alcuni esempi:

Il nostro primo consiglio, per chi intende investire in un Parco Avventura è quello di analizzare con molta attenzione alcuni fattori chiave in grado di condizionare sensibilmente la redditività del vostro impianto.

1 2 3 4